Soluzioni per l'automazione industriale
La catena dalle prestazioni versatili e innovative
[A] - La Shift Chain prevede un'unica maglia per tutto il raggio di curvatura: per cambiare l’ampiezza del raggio è necessario posizionare nell’apposito alloggiamento l’inserto BR-Type della misura del raggio scelto.

[B] - La struttura della maglia della Shift Chain prevede 6 punti di appoggio e supporto in grado di aumentare l’autoportanza (indipendentemente dall’inserto BR scelto).

[C] - Questa catena presenta una competitività eccellente. Riesce infatti a creare una perfetta sinergia tra l’aumento della produttività, l’efficiente gestione dello stock e la riduzione dei costi poiché la banda laterale è uguale per tutti i modelli e il BR-Type è sostituibile.

[D] - La Shift Chain può essere considerata la catena di nuova generazione in grado di conferire massima protezione ai cavi e tubi al suo interno. La Shift è la catena ideale per qualsiasi tipo di macchinario e attrezzatura.
1 - STRISCIA LATERALE (SB)
Le striscie laterali sono l’unione delle maglie SB con inserito l’inserto BR. Il sistema di giunzione è molto semplice e non necessita di nessun attrezzo. Il nuovo sistema ha una elevata autoportanza (6 punti di appoggio) e non richiede la precarica, con il vantaggio di avere una catena sempre diritta sia in orizzontale che in verticale.
2 - INSERTO (BR)
L’unità BR, inserita nelle maglie, determina il raggio di curvatura. Non influisce sulla precarica della catena ma solo nel punto di determinazione del raggio. Di facile inserimento e sostituzione.
3 - DIVISORI (DV-S,M,R)
Sono tre i tipi di divisori verticali, che montati nei traversini permettono la personalizzazione della sezione della catena. DV-S type, viene montato ai lati della sezione e serve per sostenere i divisori orizzontali. DV-R type, il separatore verticale con rullini montati alle estremità, serve in quei casi dove l’usura della guaina esterna dei cavi e tubi sia elevata. DV-M type è il classico separatore che può essere montato da solo o in combinazione con i divisori orizzontali.
4 - SEPARATORI (SP)
Sono costruiti in nylon rinforzato con superficie liscia per il perfetto scorrimento dei tubi e cavi. Hanno misure che vanno da 20 a 600mm con fori passo 5mm. I separatori orizzontali tipo SP sono utilizzabili solo in combinazione con il sistema di divisori verticali tipo DV. Sono indispensabili in tutti i casi in cui la sola separazione verticale non garantisca il corretto funzionamento del sistema, dovuto all’allontanamento dall’asse neutro dei cavi e dei tubi.
5 - TRAVERSINI ( FR)
I traversini in nylon rinforzato sono costruiti per formare un telaio apribile a cerniera da entrambi i lati della catena. Hanno internamente superficie liscia con predisposizione al fissaggio dei divisori con passo 5 mm.
6 - PERNO DI SICUREZZA (FP)
Vengono montati nelle taglie ST072 - 092 - 120 - 150N, per fissare e bloccare il traversino nella propria sede. Va inserito dall’esterno della maglie su tutti e due i lati sia dal lato dell’apertura che da quello della cerniera. Su taglie di catena medio grandi infatti non sempre un semplice traversino a scatto garantisce la tenuta del telaio, soprattutto nelle corse lunghe.
7 - ATTACCHI TERMINALI (FEB)
Sono costruiti in nylon rinforzato ed è la parte finale della catena, serve per fissare sia il punto fisso che il punto mobile alla struttura. Sono studiati per avere la possibilità di montaggio universale sui tre lati liberi (sotto, sopra, davanti). Se non si monta l’inserto BR nell’ultima maglia, possono ruotare sia interno che esterno raggio di 45°, utile nelle applicazioni con movimenti conbinati x-z. Sulle catene di taglia medio grande sono previsti nei fori di fissaggio degli inserti in acciaio per migliorare la robustezza. Per le catene completamente chiuse con traversino in alluminio, sono previsti coperchietti di chiusura optional.
8 - FISSACAVI (TW)
Permettono di posizionare e bloccare i cavi in modo da evitare torsioni nella catena. Sono da montare sia sul punto fisso che sul punto mobile. Vi sono due tipi di fissacavi disponibili a seconda dell’applicazione scelta: uno integrato nelle catene (soprattutto nelle catene medio/piccole), l’altro separato dalla catena (in genere nelle applicazionimedio/grandi). Possono essere in nylon o in acciaio.
Il sistema di autoportanza costituisce la caratteristica principale della Shift Chain: infatti l’autoportanza di questa catena, a parità di condizioni, risulta essere più lunga del30% in più rispetto alle altre catene. Il design della ShiftChain è stato progettato per avere lunga durata e per proteggere al meglio i cavi inseriti. A differenza degli altri tipi di catena, che di norma hanno 2 punti d’appoggio, la Shift ne presenta ben 6 ( A-B-C-D-E-F) e ciò permette un’estrema stabilità e pochissimo decadimento dell’autoportanza.

Tabella di autoportanza

Una maglia unica per tutti i raggi


La caratteristica principale di questa catena è di avere una maglia unica che con l’inserto BR compone le strisce laterali. Per comporre la striscia, basta inserire il BR con il raggio scelto e accoppiare due maglie maschio – femmina. Questa operazione di costruzione della striscia viene fatta manualmente senza l’aiuto di nessun attrezzo.
Anche per smontare le strisce, l’operazione è facile e veloce e non necessita di nessun attrezzo. Questo risulta molto vantaggioso nel caso in cui si debba accorciare o allungare la catena. Il sistema cosi com’è concepito risulta molto sicuro mantenendo le performance precedentemente descritte.

Gli inserti BR

Esistono diversi inserti per ogni raggio di curvatura. Costruiti con materiale rinforzato, si montano nella sede della maglia senza l’ausilio di attrezzi. Si fissano all’interno del movimento maschio - femmina creando l’angolo di curvatura desiderato. Facile anche da sostituire in caso di errore della scelta del raggio.

 

 


Facilità ed efficienza degli attacchi

Gli attacchi terminali punto fisso e punto mobile, sono costruiti per consentire il fissaggio della catena da tutti e tre i lati liberi. Sono a corredo le boccole metalliche che inserite nei fori di fissaggio consentono un supporto sicuro ed affidabile anche con sollecitazioni meccaniche elevate. L’attacco punto fisso o punto mobile può essere oscillante (45° senza l’inserimento del BR).

 


Sistema di blocco dei separatori

 

Il sistema di separazione comprende sia divisori verticali che separatori orizzontali. Questi una volta montati nella sede del traversino, non hanno più la possibilità di spostarsi durante il funzionamento della catena. Tutto il sistema una volta chiusa la catena risulta essere un solo corpo robusto evitando che i cavi e i tubi con la loro forza meccanica si possano spostare dalla sede inizialmente configurata. Il passo della separazione è di 5 mm.

Nuovo traversino apribile con perno di sicurezza

 

I traversini di unione delle strisce, sono tutti costruiti per rendere apribile la catena da entrambi i lati. Per le catene ST044N e ST055N sono con un semplice incastro a scatto diretto sulla maglia, mentre sulla catena tipo ST072N , ST095N, ST120N, sono ad incastro sulla maglia con perno di sicurezza. Questo evita nelle catene con carichi elevati o grandi larghezze, l’apertura accidentale della catena. L’apertura e la chiusura di entrambi i tipi di traversino, è semplice rapida e sicura, basta l’utilizzo di un semplice cacciavite.

Sistema di separazione e divisione

 

Per la divisione e separazione dei tubi e dei cavi abbiamo disponibile il nuovo sistema autobloccante con passo 5 mm sia in verticale che in orizzontale. I tre diversi tipi di divisori verticali : 1 DV-Stype, 2 DV-Rtype, 3 DV-Mtype garantiscono il perfetto scorrimento dei cavi e tubi anche nelle condizioni più critiche. Con l’abbinamento ai separatori orizzontali si possono creare tutti i tipi di divisione della sezione della catena. Una volta montati i divisori e separatori, si ha la garanzia che le eventuali interferenze meccaniche dei tubi e cavi non modifichino, compromettendo la sezione della catena.

Nuovo sistema di determinazione della autoportanza

 

Finalmente una catena che garantisce la funzionalità meccanica di autoportanza con l’impatto estetico inteso come valore aggiunto. È noto che ad oggi le normali catene portacavi costruite per avere autoportanza (escludendo quindi i sistemi Sliding) non sono in grado di fornire una retta costante nel movimento sia orizzontale che verticale. La SHIFT Chain con la nuova maglia a 2 appoggi nella determinazione del raggio e 4 punti di supporto per aumentare l’autoportanza e la stabilità, garantisce la quasi perfezione di rettilineità nel suo movimento. L’impatto estetico quindi sarà di catene sempre perfettamente diritte sia nelle applicazioni orizzontali (vedi tabella di autoportanza) che in quelle verticali.

Montare e smontare le maglie (catena)

 

Per allungare o accorciare la catena e molto semplice e non richiede particolari attrezzature. Se la catena è montata, basta togliere da entrambi i lati 3-4 passi di traversini, e con la catena diritta fare una leggera pressione interna sulle maglie. Le maglie infatti sono accoppiate senza l’utilizzo di perni passanti o giunti elastici, anche l’inserto BR per la determinazione del raggio e solo inserito nella sua sede.

Applicazioni verticali appese a Zig-Zag

 

Con le catene SHIFT Chain si possono realizzare applicazioni verticali a zig-zag. Sono utili nei casi in cui lo spazio del movimento verticale debba restare libero o per il passaggio o per un fatto estetico. Le più classiche applicazioni sono quelle teatrali. Viene utilizzato questo sistema montato a bordo, anche negli ascensori e montacarichi da cantiere per evitare contatti accidentali alla catena.

Costruita con materiali di alta qualità

 

Il materiale di costruzione della SHIFT Chain, è di altissima qualità e risponde ai requisiti UV resistente, particolarmente indicato nelle applicazioni all’esterno. Queste catene sono indicate anche negli ambienti in cui ci sia un rischio di esplosione, nonché per la protezione ESD in aree di produzione particolarmente sensibili. Il materiale a conduttività elettrostatica, è molto più resistente e garantisce una maggiore durata nel tempo. La catena standard pertanto soddisfa i requisiti delle direttive ATEX- RL94/9 EG ed è idonea nelle aree in cui la classificazione lo preveda. Il materiale inoltre risponde alla direttiva RoHS, non contiene le 6 sostanze dannose proibite nel mercato europeo CE: piombo Pb, Cadmio Cd, Mercurio Hg, Cromoexavalente Cr6+, PBB,PB,DEs, ecc. rispetta l’ambiente e le persone.

 


Procedure d'assemblaggio

 

Inserire nella sede della maglia l’inserto BR con il raggio desiderato. Quindi accoppiare le maglie maschio femmina.

Una volta raggiunta la lunghezza della catena desiderata, montare gli attacchi terminali. Montare interno o esterno raggio i traversini e bloccarli nella propria sede.

Eseguire la separazione dei cavi tenendo presente che se la catena viene cablata aperta, si può eseguire il montaggio sulla macchina e poi cablata con l’inserimento dei separatori e divisori.

Fare attenzione di eseguire la separazione a seconda dei cavi (connetto rizzati) e tubi da inserire bloccare il tutto con eventuali SP-PIN Chiudere la catena con i traversini (interno o esterno raggio) e fissarli con lo scatto o con i pin.
 
Controllare nel caso dei traversini con i perni PIN che siano inseriti in tutte le ferritoie. La catena è pronta per il collaudo e il fissaggio dei tubi e cavi ai fissacavi